Il 25 aprile non c’è proprio niente da festeggiare

 Ormai come ogni 25 Aprile, i ragazzi di Lotta Studentesca hanno fatto sentire la propria voce, attaccando in decine di città (A Gallarate azione svolta nella serata del 24/4 presso la cancellata dell’Istituto Superiore “Giovanni Falcone”) striscioni recitanti “MA ERA L’EUROPA CHE MORIVA CON TE…!”.

Questa frase sia di monito per tutti quei subumani, ignoranti e antifascisti vari che in questo giorno escono dalle proprie tane festeggiando e sventolando bandiere rosse, color sangue, lo stesso sangue dei nostri soldati e civili caduti difendendo un pezzo di terra o un brandello di idea. La stessa idea che per 20 anni ha reso l’Italia forte, bella e unica.

 Il 25 aprile non c’è proprio niente da festeggiare, perché quel giorno di oltre 70 anni fa l’Europa moriva, in preda ai massacri delle truppe Russe che dovunque arrivavano distruggevano tutto ciò che si poteva distruggere, incendiando, ammazzando e violentando.

 E con l’Europa morivano tutti quei ragazzi venuti da tutti gli angoli del vecchio continente per difendere quell’idea che ha mosso e riempito di forza, coraggio e gioia milioni di persone. Troppo bello per essere vero, troppo bello per durare a lungo!

“…A Berlino, tra le rovine fumanti della capitale del Reich, si decide il destino d’Europa, del quale tu non puoi scindere il tuo, camerata! Pensaci bene, stringi i denti e resisti, fedele al tuo giuramento, consapevole della responsabilità che hai nei confronti dei posteri, di tua madre, di tua moglie, dei tuoi figli.

 Il responso del destino sta per pronunciarsi, non puoi sfuggirgli nè rinviarlo. Non dobbiamo cedere in durezza e tenacia! I sovietici ce la mettono tutta per strangolarci prima che i rinforzi tedeschi possan stornare il loro piano diabolico e fugare la minaccia rossa…

 Il Cremlino sa che non ha tempo da perdere: è questione di ore. Ma noi dobbiamo trattenere, e lo tratterremo, il respiro più a lungo di loro.”

Facebook: Lotta Studentesca Varese e provincia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *