GORGONZOLA : FESTA TRICOLORE di FRATELLI D’ITALIA ALLEANZA NAZIONALE

Romano La Russa
ignazio la russa

Domenica 3 luglio l’appuntamento con gli iscritti e i simpatizzanti di Milano e provincia è confermato per le ore 10 a GORGONZOLA nell’ambito della FESTA TRICOLORE di FRATELLI D’ITALIA ALLEANZA NAZIONALE.
Al termine pranzo per tutti a prezzi “stracciatissimi”.
Il ricavato andrà alla Fondazione che si occupata della solidarietà per le famiglie italiane in gravi difficoltà.
Intervengono : I. LA RUSSA, M. OSNATO, R. DE CORATO C. FIDANZA F. LUCENTE F. RAIMONDO R. MANCINO M. MELORO
Partecipano : U. MAERNA R. LONATI M. BONOMO A. LA MIRANDA E. SPANDRE P. BIANCHI A. SACCINTO M. PARISE V.VIOLA M. DALCERRI T. CHIUSA R. TRUPPO D. CENITI e tantissimi altri dirigenti del partito.

Exopo,area no tax gia’ chiesta da Mardegan

MERCOLEDÌ 29 GIUGNO 2016 14.55.28

EXPO, MARDEGAN: NO TAX AREA? IDEA GOVERNO CONFERMA CHE NOSTRE PROPOSTE VALIDE

EXPO, MARDEGAN: NO TAX AREA? IDEA GOVERNO CONFERMA CHE NOSTRE PROPOSTE VALIDE
(OMNIMILANO) Milano, 29 GIU – “Oggi Avvenire annuncia la possibilità per il
governo italiano di trasformare alcune aree italiane in zone franche, no-tax
areas: si parla di Napoli e Milano; in particolare del sedime Expo, su cui
molto si discute per quanto riguarda la destinazione. Accanto a Human
technopole, dunque, la possibilità finalmente di realizzare ciò che da
tempo propone NoixMilano, una zona a tasse a burocrazia zero per attirare
imprese e investimenti”. Lo dichiara Nicolò Mardegan, NoixMilano. “Se Milano
vuole realizzare la propria vocazione internazionale, cogliendo le
opportunità positive oggi nel panorama europeo, deve aprirsi all’estero e –
invece di lasciar fuggire i propri giovani – attirare imprese qui,
realizzando quella che noi avevamo chiamato free dream zone. Qualcuno dalle
colonne dei più importanti quotidiani italiani ci prendeva in giro per
questa idea. Io sono profondamente soddisfatto che il sindaco di Milano e il
governo – la cui parte politica pur non mi appartiene – si siano accorti che
avevamo ragione noi”, conclude.
red
291448 GIU 16
NNNNmardegan

Esodo di migranti in partenza dall’Egitto verso l’Italia. Allarme del capo dell’agenzia di frontiera UE: ” Una rotta via mare assai più pericolosa”.

Esodo di migranti in partenza dall’Egitto verso l’Italia. Allarme del capo dell’agenzia di frontiera UE: ” Una rotta via mare assai più pericolosa”.

migranti

Martedì il capo dell’agenzia di frontiera dell’Unione europea ha espresso preoccupazione per il numero crescente di migranti che stanno arrivando in Egitto come punto di partenza per il loro viaggio in mare pericoloso diretti in Europa. I trafficanti, subito dopo la chiusura dell’accordo Ue-Turchia, si sono messi alla ricerca di rotte alternative, perché la domanda dei profughi che voglio raggiungere l’Europa resta altissima”, ha dichiarato il capo Frontex Fabrice Leggeri in un’intervista ai tedeschi del Funke Mediengruppe. “L’esplosione della rotta mediterranea era prevedibile. Secondo le prime ipotesi, i siriani partono dalla Turchia dove sono 2 milioni e 700mila, dal Libano un milione e 48mila, dalla Giordania 642mila e dalla stessa Siria. Evitano Israele, dove resta impossibile passare, entrano in Giordania via terra, si imbarcano sul Mar Rosso e arrivano in Egitto, nel Sinai. Poi dall’Egitto, partono per l’Italia. Una rotta via mare ben più lunga di quella dalla Libia e assai più pericolosa. “Il percorso sta guadagnando popolarità. La traversata è estremamente pericolosa, il viaggio dura spesso più di 10 giorni”, ha inoltre spiegato Leggeri, aggiungendo che ci sono stati “poche navi su questa rotta che potrebbero salvare i migranti dalle barche che potrebbero affondare”. Diversi porti nordafricani, compresi quelli libici, stanno guadagnando popolarità come punti di partenza, con l’Italia che risulta come destinazione chiave. “La via del Mediterraneo centrale non è mai stata così popolare”, ha detto Leggeri. Esiste poi un secondo problema che riguarda, l’arrivo dei cittadini egiziani. I numeri sino allo scorso anno sono stati molto bassi ma negli ultimi mesi si sta registrando un incremento che preoccupa le Ong che monitorano i flussi. Dall’egitto infatti non partono gommoni, che salpano dalla Libia, ma imbarcazioni molto grandi con diverse centinaia di migranti l’una. Le indagini italiane hanno inoltre dimostrato la “forza” dei trafficanti egiziani: dispongono di camion per trasferire i migranti e basi lungo la costa dove nasconderli, di una rete di basisti in Italia a cui fornire anche assistenza legale in caso di problemi, soprattutto di “navi madre”. Le notizie di oggi, commenta Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, rappresentano un fronte nuovo e delicato che potrebbe rendere molto calda l’estate dell’immigrazione italiana. Nei primi giorni di giugno Adrian Edwards, portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati, ha confermato in una riunione a Ginevra che dall’inizio del 2014 ad oggi sono morti 10 mila migranti mentre tentavano di attraversare il mar Mediterraneo. Per la precisione 10.085, dato aggiornato al 5 giugno 2015. Solo nel 2016 le vittime sono state 2.809, mentre il tratto più pericoloso è stato quello tra la Libia e l’Italia. La previsione dell’ondata migratoria, secondo il capo Frontex Fabrice Leggeri, rischia di essere ben peggiore di quanto preventivato con un aumento fra le 13 e le 14 volte in più rispetto ai migranti dalla Turchia alla Grecia.

Lecce, 29 giugno 2016

Giovanni D’AGATA

Rave – Botellon P.zza Leonardo Da Vinci 08/07/2016

Rave – Botellon P.zza Leonardo Da Vinci 08/07/2016
rave
Correggi l’articolo
Ill.mmo Prefetto di Milano,
Egr. Questore di Milano,
Egr. Sindaco Giuseppe Sala,
Egr. Vicesindaco Anna Scavuzzo,
Egr. Assessore alla sicurezza Carmela Rozza,
Egr. Comandante della Polizia Locale del Comune di Milano,
COME SEGNALATO TRAMITE FACEBOOK ALL’INDIRIZZO https://www.facebook.com/events/1106110066120859/permalink/1106124659452733/ E’ PREVISTO L’ENNESIMO RAVE ALL’INTERNO DI P.ZZA LEONARDO DA VINCI PER IL 08/07/2016.
rave
CHIEDO CHE TALE EVENTO, TOTALMENTE ILLEGALE, MANCANTE DI QUALSIASI AUTORIZZAZZIONE, NON VENGA REALIZZATO. SI RICHIEDE PERTANTO UN VOSTRO INTERVENTO NELL’INTERESSE DEI CITTADINI E DELLA PIAZA RECENTEMENTE RIQUALIFICATA
Rimango pertanto in attesa (assieme ai cittadini destinatari di questa comunicazione nonché ai giornalisti) a breve di una vostra risposta ed un vostro intervento al fine di evitare gli evidenti problemi connessi alla realizzazione di questi eventi
Marco Cagnolati
Consigliere Municipio 3 – Comune di Milano
—-

BLACK LIST – Milano Eventi

Ci vediamo l’8 luglio in Piazza Leonardo Da Vinci
Dalle 22 alle 06
Info sound:
Stiamo organizzando impianti e altro per cullarvi in quella che sarà la NOTTE DI LEONARDO.
A BREVE NEWS
Perché un Botellon?
1 – Milano sembra essersi trasformata in un paesino di provincia, troppi organizzatori che non Organizzano, troppo pochi i punti di ritrovo, troppi i week end vuoti.
2 – siamo al decimo Botellon dove in due anni sono passate più di 25.000 persone. Forse vale la pena festeggiare
3 – vogliamo dare un caloroso benvenuto al nuovo sindaco con un’appuntamento abusivo in piazza.
4 – il Botellon nasce dalle persone singole, non da movimenti o attività di qualsiasi genere. Ci sembra giusto ricordarlo a tutti con questo evento.
Cosa fare per divertirci al meglio?
1 – partecipa all’evento, invita tutti i tuoi contatti e condividi l’evento, aiutaci a diffondere il verbo!
2 – vieni in piazza, porta altri amici, degli strumenti musicali se vuoi e degli alcolici (ovvio!)
3 – prima di andartene butta tutto e ricorda che sei in un parco comune, noi faremo di tutto per lasciare lo spazio pulito, ogni mano sarà d’aiuto.
NO SESSISMO, NO VIOLENZA, NO FASCISMO
non saranno tollerati (verranno cacciati nel caso) i venditori ambulanti mafiosi o altri di dubbio

Intervento della Meloni su decreto banche

Giorgia_Meloni_2Per Fratelli d’Italia la scelta del governo di porre la fiducia sull’ennesimo decreto che fa favori alle banche è in linea con la politica di un Esecutivo che esiste unicamente per fare marchette al sistema bancario e ai poteri forti. Loro hanno piazzato a Palazzo Chigi il burattino Matteo Renzi. FdI, che ha la presunizione di rappresentare i diritti e i bisogni del popolo italiano, voterà no a questo provvedimento. A votarlo saranno i colleghi della maggioranza e quelli che si definiscono di sinistra e dicono di essere schierati con la povera gente ma poi votano queste schifezze. Purtroppo voteranno si come hanno fatto con il prestito vitalizio, con il patto marciano e con il ‘salva banche’ studiato per far pagare agli stessi risparmiatori onesti una truffa perpetrata ai loro danni, per scudare e mettere al riparo chi li avevi truffati e per far guadagnare il sistema bancario. Il decreto di oggi introduce il cosiddetto ‘patto marciano’ anche per i beni strumentali delle aziende e consente alla banca dopo 3 rate non pagate, anche non consecutive dopo 9 mesi, di prendere possesso del bene finanziato. E peggio introduce il ‘pegno mobiliare non possessorio’, ovvero una normuccia con la quale l’azienda è costretta a dare formalmente in pegno alla banca i propri beni. Dicono che il motivo per il quale serve aiutare le banche è che hanno in pancia 200 miliardi di sofferenze, perché le famiglie e le imprese di questa Nazione non onorano i loro debiti ma questa è una bugia, una vergogna per chi la pronuncia. Andatevi a leggere i dati di Bankitalia: il 70% delle sofferenze bancarie è in mano al 3% dei debitori, ovvero i soliti noti, truffatori, speculatori ai quali le banche hanno consapevolmente continuato a prestare i soldi perché erano gli amici degli amici, ma tanto il governo sarebbero arrivato a dare una mano. Le sofferenze prodotte da famiglie e imprese di questa Nazione erano perfettamente affrontabile dal sistema bancario. Quello che invece non affrontabile è l’incapacità di gestire le banche e di non volerle gestire secondo regole e canoni giusti. Senza un governo delle banche non sarebbero famiglie e imprese ad essere massacrate ma verrebbero sanzionati gli amministratori truffaldini ma un governo espressione dei poteri forti purtroppo fa gli interessi dei poteri forti. È la ragione per la quale noi di questo Esecutivo ci vorremmo liberare e speriamo che a partire dal referendum costituzionale gli italiani vogliano mandarlo a casa per riprendersi la propria sovranità
Giorgia Meloni

Mardegan, Parisi sia portavoce del No

Omnimilano-REFERENDUM, MARDEGAN (NOIXMILANO): PARISI SI FACCIA PORTAVOCE
ISTANZA “NO
mardegan

(OMNIMILANO) Milano, 28 GIU – “Io sarei stato tra chi ha alzato la mano ieri
sera quando Parisi ha chiesto quanti conoscono il contenuto della riforma e
anche quando ha chiesto quanti avrebbero votato no. Se è pur vero che Renzi
ha trasformato il voto di ottobre in un quesito referendario su se stesso, è
anche vero che la riforma proposta porterebbe degli enormi svantaggi: da una
parte la mortificazione del voto popolare (ci sarà un senato di nominati,
non eletti), dall’altra il soffocamento del nord, Lombardia e Milano in
primis, che oggi meriterebbero più autonomia piuttosto, invece del
neocentralismo proposto dalla riforma”. Così Nicolò Mardegan, di
NoixMilano, in una nota. “Milano deve diventare città Stato, autonoma da
Roma, seppur sinergica con il resto della penisola; Parisi, se è il
rappresentante del centrodestra a Milano, si faccia portavoce di questa
istanza in Comune, io sono pronto a lavorare a questo progetto”, conclude.
red

281204 GIU 16

GALLARATE. Egiziano rifiuta i controlli, Russo (FN) :DOV’E’ L’INTEGRAZIONE?

forza nuova

#GALLARATE: Egiziano rifiuta i controlli, insulta e aggredisce gli agenti della Polfer.#GALLARATE: Egiziano rifiuta i controlli, insulta e aggredisce gli agenti della Polfer. RUSSO, FN: << DOV’E’ L’INTEGRAZIONE? FERMIAMO L’INVASIONE! >>
Forza Nuova Provincia di Varese intende esprimere le proprie valutazioni politiche in merito al recente episodio di insulti e successiva colluttazione con gli agenti della Polfer che ha visto protagonista un immigrato egiziano presso la stazione di Gallarate. Il responsabile Russo Federico intende affermare: << al di là dei forti epiteti espressi dall’aggressore uniti ai manifestati presunti collegamenti di esso con il terrorismo internazionale abbiamo potuto costatare nella condotta del magrebino una costante ideale e comportamentale con i tanti stranieri, affini di credo e non, presenti da anni nella comunità; Gallarate come del resto l’Italia grazie ad un sistema esecutivo e giudiziario totalmente inconcludente, grazie ad un comparto assistenziale totalmente miope ed un pericoloso buonismo incondizionato è ormai diventata una vera e propria Collodi, spesso da molti migranti scelta per tali condizioni. I gravi epiteti lanciati dall’aggressore egiziano nei confronti di un agente donna del presidio ferroviario fanno eco del concreto e documentabile mal-rispetto che gli islamici riservano al gentil-sesso. Per il bene della nostra comunità, locale quanto nazionale, l’islam va femato! Proprio a partire dall’ambito cittadino auspichiamo fortemente che il neo-sindaco Cassani dia forma e seguito alle buone proposte espresse in campagna elettorale: contrarietà all’insediamento di moschee e centri di cultura islamica, riorganizzazione del corpo di P.L. finalizzato ad una presenza più capillare sul territorio, coinvolgimento di cittadini e associazionismo in operazioni di controllo, aumento della videosorveglianza nelle zone calde della città, seri e costanti controlli a tutti gli esercizi “etnici” e stop a nuove aperture favorendo semmai il rifiorire delle attività ed iniziative locali il tutto unito a forti solleciti affinchè le autorità superiori allontanino dalla comunità tutti i soggetti esprimenti con atti delittuosi repulsione verso il nostro modus vivendi e la civile convivenza. Se ciò non dovesse avvenire ritorneremo in piazza a difesa del Nostro popolo, il Nostro unico interesse>>
Ufficio Stampa
Forza Nuova
Tel: 3387573557
Mail: varese@forzanuova.info
Facebook: FN Provincia di Varese / Altomilanese

Forza Nuova : DIFENDIAMO GLI ITALIANI.- GRIGLIATA A BERGAMO

Forza Nuova
FIORE TWITTER
DIFENDIAMO GLI ITALIANI.
In seguito alla ‪#‎Brexit‬, la Ue auspica un’uscita rapida e dolorosa della Gran Bretagna. Ricordiamo al Governo Italiano che in Inghilterra risiedono migliaia di italiani, di cui molti giovani che in Italia non trovano lavoro e non possono mettere su una famiglia. Si aprano subito tavoli diplomatici per tutelare i nostri connazionali.
Il commento del segretario nazionale di ‪#‎ForzaNuova‬, Roberto Fiore.
‪#‎DefendEurope‬ ‪#‎OrdineControilCaos‬
foto di Forza Nuova.
——————-
EVENTO DI BERGAMO

received_889720324484163

loc fn

FB_IMG_1466953836614